Edizione del 20 July 2018 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Previsioni Bitcoin 2018: prezzo a $ 100.000 dopo gli ETF?

Previsioni Bitcoin 2018: come si muoverà il valore di questa criptovaluta? Riuscirà, come dicono alcuni, ad arrivare a quota 20.000 dollari nel corso di quest'anno?

Previsioni Bitcoin 2018: prezzo a $ 100.000 dopo gli ETF?

Il Bitcoin ha rivoluzionato il mondo finanziario negli ultimi mesi, e sta continuando a farlo anche in questi primi mesi dell'anno in corso. Oggi se ne parla quotidianamente e l'interesse degli investitori è enorme. Praticamente tutti si chiedono quali potrebbero essere le previsioni Bitcoin 2018 per capire come si potrebbe muovere il prezzo di questa valuta virtuale.

Previsioni Bitcoin 2018: ultim'ora

Gli ETF potrebbero far salire la quotazione


E' normale vedere i Bitcoin (e le criptovalute in generale) iniziare ad essere regolamentate dai governi di tutto il mondo. E' anche normale che questo abbia un po' raffreddato la febbre di crescita che si era vista alla fine del 2017.

Nonostante questo, le criptovalute sono un dato di fatto, una costante nel mondo attuale, e in futuro potrebbero continuare a crescere ancora.

Come sarà il prezzo da qui a fine anno? E' difficile da dire, ma secondo alcune previsioni ci sarebbero alcuni catalizzatori:

  • il BTC viene creato sempre più lentamente, e sempre più persone lo vogliono. La scarsità è una forte spinta per i prezzi;
  • è ancora fondamentale per chi vuole comprare Altcoins, perché la maggior parte degli exchange accettano quasi esclusivamente BTC come prima valuta;
  • arriva il Bitcoin Lightning, un sistema di pagamento che promette transazioni sempre più veloci;
  • presto potrebbero arrivare gli ETF, Exchange Trader Funds, che avranno come asset sottostante proprio la criptovaluta, e anche questo è un forte catalizzatore di crescita.

Insomma, la crescita futura ci sarà se le condizioni rimarranno positive, e la quota di 100.000 $ potrebbe non essere così tabù.

La stretta in Corea del Sud fa scendere la quotazione


Sembra che la Corea del Sud abbia deciso di bloccare (almeno al momento) le piattaforme di scambio per le criptovalute. L'annuncio del ministro della Giustizia sud coreano, Park Sang Ki, ha provocato una forte vendita di BTC e abbiamo visto una diminuzione importante dei prezzi e delle quotazioni.

La decisione è legata al fatto che il Bitcoin viene visto un po' come una bolla e quindi, per proteggere i residenti nel paese, il governo ha deciso di metterla al bando.

Secondo le ultime quotazioni, di metà gennaio 2018, il valore di un BTC è sceso al di sotto degli 11.000 dollari. Potrebbe essere il momento giusto per comprare?

Previsioni Bitcoin 2018: le opinioni degli esperti

Il prossimo anno potrebbe essere ancora molto interessante per i Bitcoin secondo gli addetti ai lavori.

Tim Draper, venture capital investor e uomo dai guadagni netti di 1 miliardo di dollari USA nel 2017, ha detto che vede il futuro dei Bitcoin come radioso.

Quando il prezzo della criptovaluta era a 400 $ nel 2017, egli fu in grado di predire un incremento fino a 10.000 $ entro il prossimo anno (raggiunto poi con un anno di anticipo).

A riprova della bontà di questa previsione, ecco il video in cui si sente Draper affermare le sue previsioni sul prezzo BTC.

https://www.youtube.com/watch?v=QhmP4bwuWqw

Sheba Jafari, head of technical strategy prezzo la banca d'affari Goldman Sachs, non è così positivo sul prezzo futuro della criptovaluta più famosa del mondo, affermando che il futuro potrebbe essere "pesante", difficile.

Di tutt'altro avviso è Jeremy Liew, il primo investore di Snapchat, che addirittura si lancia in una previsione del prezzo dei Bitcoin per il 2030. Liew afferma che il Bitcoin è ancora molto lontano dal suo vero potenziale, pensando che il valore potrebbe addirittura toccare quota 500.000 $ entro il 2030.

Anche Peter Smith, CEO e co-fondatore di Blockchain, la pensa come Liew. Smith afferma che l'interesse attorno ai Bitcoin cresce ogni anno: qualche anno fa il prezzo era a 100$, poi salito a 700$, quest'anno è ad oltre 7.500$ e il 2018 potrebbe realmente farci vedere quota 10.000 $ . Anche in questo caso, la cripto è andata ogni oltre previsione ed il futuro è assolutamente roseo.

Le previsioni di Warren Buffet


Noto come uno dei più famosi investitori e trader al mondo, Warren Buffet non poteva esimersi dal dire la sua sui Bitcoin. L'uomo di affari ha bocciato il Bitcoin e le criptovalute in generale, definendole una bolla e dichiarando che lui non vi investirà mai.

Sembra che la sua società di investimento, la Berkshire Hathaway, non ha nessuna criptovaluta e mai ne avrà.

Previsioni Bitcoin 2018: considerazioni oggettive

Guardando al grafico qui sotto, si intuisce come un pattern comune, un andamento costante c'è ed è in forte salita.

Previsioni del prezzo dei Bitcoin Previsioni del prezzo dei Bitcoin

A questo grafico, aggiungiamo la seguente tabella.

Anno Prezzo Minimo Prezzo Massimo
2018 $ 12.043 $ 30.927
2019 $ 32.275 $ 51.227
2020 $ 57.387 $ 74.066

Partendo da questi presupposti, che possibilità ci sono che, anche per il 2018 e più in là, fino al 2020, la quotazione dei BTC possa continuare a salire?

Nel momento in cui scriviamo, gennaio 2018, il prezzo di un Bitcoin è circa 13.000 $, un ritracciamento dopo aver toccato il massimo storico ad oltre 17.000$.

Quando si cerca di fare delle previsioni di prezzo per una valuta o, come in questo caso, una criptovaluta, non ci si può esimere dal prendere in considerazione anche delle considerazioni oggettive.

Paesi dove è regolarizzato


Al momento i paesi dove il Bitcoin è stato regolarizzato sono il Giappone e l'India. In passato anche la Corea del Sud lo aveva fatto, ma più di recente ha deciso di mettere al bando le criptovalute.

Paesi favorevoli e contrari


Ad oggi il mondo si sta dividendo tra favorevoli e contrari all'utilizzo dei Bitcoin, a seconda delle decisioni dei rispettivi governi.
  • Paesi favorevoli: USA, UE, Canada, Australia, Olanda, Argentina, Slovenia, Svizzera
  • Paesi contrari: Russia, Vietnam, Ecuador, Cina, Vietnam, Bolivia, Kyrgyzstan

Utilizzo dei Bitcoin


Partiamo prima di tutto dal fatto che i Bitcoin sono sempre più utilizzati. Oltre che dai governi come il Giappone, anche giganti del tech stanno valutando se introdurli tra le valute accettate (leggi anche il testo su Amazon e Bitcoin), il che darebbe ancora più autorità al BTC, con conseguente maggiore opportunità di incremento di prezzo in futuro.

Oltre a questo, sono sempre di più i grandi e piccoli investitori che non vogliono perdere il treno e decidono di comprare Bitcoin da conservare su portafogli reali o virtuali (come CoinBase) o di fare trading sui Bitcoin.

Questo genera un interesse sempre crescente attorno alla valuta e potrebbe portare ad un ulteriore incremento di prezzo.

I bancomat Bitcoin


Ultima considerazione oggettiva riguarda i dati di utilizzo dei Bitcoin nella realtà. Per prima cosa occorre considerare che il numero di sportelli bancomat in bitcoin è in aumento (ce ne sono circa 350 negli USA, oltre 100 in Canada e in Europa).

Oltre a questo, aumenta il numero dei Bitcoin in circolazione (+10% negli ultimi 12 mesi), cresce il volume degli scambi sulle principali piazze di cambio e sale anche il numero medio delle transazioni per blocco.

Questo ci fa capire sostanzialmente una cosa: il mercato dei Bitcoin non è più solo degli speculatori, ma anche degli utenti reali, che stanno generando un interesse sempre maggiore attorno a questa criptovaluta, cosa che potrebbe farci vedere delle previsioni di prezzo 2018 assolutamente interessanti.

Conviene investire in Bitcoin?

Si tratta sicuramente di un investimento rischioso, dal quale tuttavia tanti investitori non vogliono esimersi, anche perché alcune delle previsioni vedono la quotazione delle cripto in forte salita e addirittura alcuni lo definiscono come "l'ultimo treno".

Investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute è una scelta importante, da fare con estrema attenzione considerando la elevata volatilità delle stesse e tanti decidono di fare trading aprendo conti con broker CFD come Plus500 o eToro.

Per chi non volesse mancare l'opportunità di guadagnare denaro con le cripto e con i BTC, dobbiamo ricordare di non correre rischi e di investire sempre con saggezza, per cui è conveniente investire in cripto solo una parte del proprio portafoglio globale e non rischiare mai più di quello che ci si può permettere di perdere senza che si rischino cambiamenti negativi alla propria qualità della vita.

Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Per approfondire: