Edizione del 15 August 2018 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Previsioni tassi di Interesse USA 2018: ci si aspettano fino a 4 rialzi

Il 2018 potrebbe essere l'anno in cui vedremo 3 o addirittura 4 incrementi dei tassi di interesse da parte della FED. Leggi le previsioni e le analisi.

Per un decennio, l'inflazione è stata - come descritto dai più importanti economisti del mondo - ostinatamente bassa. Il denaro, fornito dall'allentamento quantitativo delle banche centrali, non ha portato ad un incremento dell'inflazione dei prezzi o dei salari, ma solo all'inflazione delle attività. Ciò ha confuso i banchieri centrali e gli economisti, causando molti interrogativi sulla relazione tra salari ed inflazione dei prezzi, e capacità di riserva nell'economia.

Ora ci sono segnali che l'inflazione sta tornando a salire negli Stati Uniti. Mentre gli indicatori più citati rimangono relativamente stabili ed entro i limiti desiderati, alcuni indicatori chiave suggeriscono che potrebbe esserci di più in corso. Questo ha messo gli investitori in allerta perché un'incremento inatteso dell'inflazione suggerisce che c'è qualcosa di nuovo da sapere sui prezzi futuri.

Anche prima che le azioni americane della settimana scorsa vivessero la loro peggior settimana da due anni a questa parte, l'inflazione era considerata una delle principali preoccupazioni degli investitori per il 2018. Il tasso di inflazione di pareggio - cioè la differenza tra il rendimento di un'obbligazione nominale e quello di un'obbligazione il cui valore è modificato a seconda dell'inflazione che ci sarà alla scadenza - è salito costantemente negli ultimi sei mesi, indicando che gli investitori prevedono un aumento dell'inflazione.

L'inflazione viene tenuta sotto controllo rigorosamente ogni mese, tramite l'indice dei prezzi al consumo (CPI) e l'indice dei prezzi alla produzione (PPI). Ogni indice tiene traccia di una moltitudine di variabili. La parte difficile è che, poiché un cambiamento dell'inflazione è il risultato di molti altri cambiamenti nell'economia che richiedono tempo per manifestarsi (ovvero, l'inflazione è un indicatore ritardato), vi è ampio margine di giudizio su come valutare questi altri fattori.

Previsioni Tassi di interesse USA: nel 2018 fino a 4 aumenti

La Federal Reserve potrebbe dunque aumentare il tasso di interesse per il 2018, in parte per temperare l'inflazione. Finora, i mercati si aspettano tre aumenti durante quest'anno, soprattutto considerando che il nuovo direttore, Powell, è da sempre stato un sostenitore dei rialzi.

Se, come si prevede, l'inflazione negli Stati Uniti cambierà nel 2018, alla fine la Fed, potrebbe aggiungere addirittura un 4° aumento dei tassi, questa volta a sorpresa.

Metriche da considerare

Salari


La stagnazione dei salari è stata un problema. Oggi gli stipendi americani sembrano pronti a muoversi e potrebbero farlo più velocemente del previsto. È un quadro complesso negli Stati Uniti, ma si è ristretto il nostro focus su un paio di misure.

La Federazione nazionale delle imprese indipendenti esamina le piccole imprese su una varietà di indicatori del mercato del lavoro. La percentuale di raccolta di indennizzi da parte dei lavoratori è una visione importante della pressione che le piccole imprese hanno al fine di aumentare le retribuzioni. Secondo il sondaggio, la carenza di lavoratori qualificati ha raggiunto un livello record a dicembre, suggerendo che la pressione salariale potrebbe aumentare ad un tasso più forte del previsto.

Si osservano anche le statistiche sulla crescita dei salari, che sono incentrate su quattro gruppi di lavoratori particolari:

  • Lavoratori part-time;
  • I giovani;
  • Lavoratori scarsamente qualificati;
  • Le aree metropolitane.

Prezzi

Mentre i prezzi al dettaglio sono in aumento, una misura in particolare è al di sopra del suo range tipico: il CPI mediano. Il cambiamento del prezzo mediano è uno dei migliori predittori di un incremento dei prezzi nel medio/lungo termine.

Anche l'Underlying Inflation Gauge (UIG) è in aumento. Questo valore è importante perché rappresenta la misura più robusta dell'inflazione tendenziale. È derivato da un grande set di dati, non solo da variabili di prezzo. Si basa sulla premessa che, se vi sono tendenze in altri indicatori economici e finanziari, è probabile che vi siano tendenze anche nell'inflazione sottostante.

Gli indici dei prezzi alla produzione di materie prime e materiali sono generalmente in calo. Tuttavia, l'indice ISM Manufacturing, basato su sondaggi e che fornisce informazioni direttamente dalle aziende, sta aumentando. Quando è in aumento, significa che anche l'occupazione, la produzione, le scorte, i nuovi ordini e le consegne di fornitori sono in salita, il che è una buona notizia, ma è anche un potenziale indicatore di formazione di squilibri. Questo indice è in costante aumento da un paio di anni.

La decisione della FED nel 2018

Gli economisti che costituiscono il comitato di voto - ovvero i soggetti che decidono se alzare i tassi di interesse in risposta ai dati sull'inflazione - ruotano. Non solo c'è una nuova presidenza nel 2018, ma i membri votanti per quest'anno rappresentano uno spostamento verso una visione più aggressiva.

Di conseguenza, la Fed potrebbe iniziare a pensare più seriamente di fare qualcosa a riguardo del tasso di disoccupazione inferiore alla definizione di piena occupazione (4,3-5%), anche se l'inflazione si avvicina o è inferiore al target. Se i primi indicatori della pressione dei prezzi dovessero mostrare delle sfumature interessanti e gli indicatori di occupazione dovessero suggerire che non c'è capacità nei mercati del lavoro, potremmo vedere un aumento dei tassi di interesse da parte della FED nel 2018.

Conviene investire nel dollaro nel 2018?

Se gli aumenti dei tassi di interesse saranno confermati, il 2018 potrebbe essere un buon anno per il dollaro americano. Solitamente, infatti, quando i tassi aumentano anche il valore della relativa valuta sale contro le altre.

Ecco che fare trading sul dollaro americano potrebbe essere una interessante possibilità, in maniera particolare contro euro, sterlina e yen: questi tre rapporti di cambio (euro/dollaro, dollaro/sterlina e dollaro/yen) sono, infatti, i più volatili in assoluto e quelli che danno maggiori possibilità di investire.

Scritto da Dean Duke. Quotidianamente seguo e studio le news di economia nazionale ed internazionale e, scrivendo per forextradingitalia.it, ho l'opportunità di dare agli utenti un mio punto di vista su ciò che accade nel mondo economico e finanziario.

Giudizi e Recensioni su "Previsioni tassi di Interesse USA 2018: ci si aspettano fino a 4 rialzi" da parte dei nostri utenti:

Dollaro USA: Ben Bernanke Vuole Aiutarlo:

[...] ai tassi di interesse, il numero uno di FED fa sapere che non verranno ritoccati. Dunque, si prevede ancora per lungo [...]

Per approfondire: