Azioni Petrolio

Non è facile scegliere le migliori azioni legate al petrolio greggio su cui poter investire, anche perché questo settore è particolarmente ricco di opportunità. 

Il greggio, infatti, è uno degli elementi fondamentali di tanti mercati, pertanto rappresenta un investimento importante per chi è alla ricerca di interessanti opportunità nel 2021.

Secondo molti degli esperti, oggi è possibile investire in azioni del petrolio aprendo dei conti gratuiti con piattaforme sicure come eToro (sito ufficiale) o Plus500 (sito ufficiale) per comprare e vendere le azioni di aziende petrolifere, il cui valore è ovviamente strettamente legato all’andamento della quotazione del petrolio.

Azioni Petrolio: le migliori per fare trading

ConocoPhillips

ConocoPhillips è una delle più grandi aziende di petrolio al mondo, con attività in più di una dozzina di paesi. Produce greggio utilizzando una varietà di fonti e metodi, tra cui la perforazione orizzontale e la fratturazione idraulica dello scisto negli Stati Uniti, l’estrazione delle sabbie bituminose in Canada e la perforazione in acque profonde, oltre ad altre tecniche di produzione convenzionali in altre parti del mondo.

Il portafoglio diversificato della ConocoPhillips ha bassi costi di fornitura, con una parte significativa delle sue riserve petrolifere economiche al di sotto dei 40 dollari al barile. Grazie a ciò, l’azienda può produrre una notevole quantità di flusso di cassa a prezzi del petrolio più bassi.

La ConocoPhillips vanta uno dei più alti rating di credito tra le società del settore, per questo motivo, è altamente resistente al calo dei prezzi del petrolio, il che la rende una delle compagnie petrolifere meglio posizionate per gestire la volatilità del settore.

Kinder Morgan

Kinder Morgan è una delle più grandi società di infrastrutture energetiche del Nord America. Gestisce la più grande rete di gasdotti per il gas naturale del continente ed è leader nel trasporto di prodotti petroliferi raffinati e nello stoccaggio di petrolio.

Kinder Morgan ha un’esposizione minima ai prezzi del petrolio perché genera la maggior parte delle sue entrate da contratti a pagamento.

Nel complesso, questi accordi tipicamente supportano più del 90% dei guadagni annuali dell’azienda, e solo il rimanente 10% è legato ad una esposizione diretta rispetto ai prezzi delle materie prime.

Grazie a queste caratteristiche, i guadagni di Kinder Morgan sono abbastanza resistenti alle crisi di mercato.

Phillips 66

Phillips 66 è una delle principali società di raffinazione, con attività negli Stati Uniti e in Europa.

Grazie alle attività su larga scala, Phillips 66 è tra i produttori con i costi più bassi del settore. La società sfrutta la sua rete midstream per fornire alle sue raffinerie e agli impianti petrolchimici petrolio a basso costo.

Si concentra inoltre sulla produzione di prodotti di valore più elevato come il diesel, che aumenta la sua redditività.

Infine, investe in progetti che migliorano i margini, soprattutto sul fronte della raffinazione.

ENI

Eni (ENI), una delle migliori aziende italiane per quello che riguarda le azioni petrolio.

La quotazione di ENI ha subito un centro contraccolpo durante la crisi economica e finanziaria legata al COVID, anche se, secondo gli esperti, il 2021 potrebbe vedere una crescita interessante.

Considerazioni da fare per investire in azioni di aziende petrolifere

Abbiamo già detto che è fondamentale, per investire in azioni del petrolio, valutare l’andamento del prezzo del greggio e le previsioni del petrolio.

Come al solito, per investire e fare trading nelle azioni petrolifere la miglior soluzione è quella di aprire un conto di trading con un’azienda broker affidabile ed autorizzata, come eToro (vedi il sito ufficiale), che permette di investire a partire da 200€ e anche di copiare i migliori trader ed investitori iscritti in piattaforma.