Trusters

Il crowdfunding immobiliare di Trusters: scopri il funzionamento e le opportunità di guadagno di questo servizio di investimento immobiliare innovativo.

Trusters: Recensione ed Opinioni

Cos’è e come funziona Trusters.it? Nonostante la lunga crisi che sta vivendo il nostro paese (e non solo) il settore immobiliare riesce comunque a mantenere un ruolo di rilievo. Il mattone, di fatto, risulta una certezza a prescindere dalla situazione economica che si sta affrontando.

Se da una parte e vero che tale tipologia di investimento richiede una liquidità elevata, la filosofia del crowdfunding immobiliare ha reso tale business alla portata di tutti. Attraverso il frazionamento in quote, anche piuttosto piccole, è possibile prendere parte al mercato anche senza dover obbligatoriamente impiegare somme di denaro ingenti in un’unica soluzione.

Trusters: Recensione ed Opinioni 2020

Attraverso questa filosofia e con gli strumenti offerti dal Web, nasce Trusters, una piattaforma che permette di effettuare investimenti nel mondo immobiliare in maniera semplice e relativamente sicura.

Un modo per impiegare, ma soprattutto far fruttare, parte dei propri risparmi senza l’ansia di dover seguire la ciclicità dei mercati nelle loro evoluzioni da capogiro.

Trusters: crowdfunding immobiliare alla portata di tutti

Così come da prassi per il crowdfunding immobiliare, tale piattaforma offre una serie di vantaggi notevoli, sia per chi intende investire, sia per chi vuole proporre un proprio immobile a potenziali acquirenti.

Avvicinarsi a questo mondo è più facile di quanto si possa pensare. La creazione di un account su Trusters infatti, è del tutto gratuita. Una volta fornito il proprio profilo, è possibile dare uno sguardo a cosa propone il mercato in quel preciso momento.

Attraverso la voce “Investi”, disponibile sul menu nella parte superiore del sito, si può prendere visione di immobili che attualmente sono disponibili per gli investitori. Cliccando poi su un progetto, si ha accesso a varie opzioni, tra le quali visionare le foto dell’immobile, sia la facciata che il progetto nel suo insieme e ottenere ulteriori informazioni (come durata, cifra raccolta sinora, obiettivo, data chiusura raccolta e la data di rimborso).

La pianificazione dell’operazione dunque, viene presentata in maniera trasparente al potenziale investitore che può poi decidere quanto impegnare del suo capitale e per quanto tempo.

Il metodo proposto da Trusters, in linea con il crowdfunding immobiliare, permette di rendere il proprio portafoglio piuttosto vario, andando a capitalizzare cifre più contenute su vari progetti. A operazione conclusa poi, la piattaforma versa sul conto il rendimento maturato e il denaro precedentemente investito.

Cos’è Trusters?

La piattaforma che stiamo analizzando è costituita da un gruppo di esperti nel settore del mattone. Il team di professionisti, può vantare partner come RE/MAX che, all’interno dell’ambito immobiliare, ha un peso specifico di tutto rispetto.

Il servizio offerto dunque, va a proporre investimenti fondiari a persone che, altrimenti, non potrebbero operare nel settore. La cifra minima da impegnare infatti, è appena di 100 euro. Questo modo di impiegare una somma di denaro in un’impresa in modo che il capitale si accresca varia molto, ma risulta generalmente a basso rischio. In ogni caso, come già accennato, è possibile diversificare la tipologia di investimenti per poter limitare i rischi.

I progetti che vengono proposti, sono solitamente collegati a zone urbane in fase di riqualificazione. Un immobile in questo contesto, da restaurare per vendita o per l’affitto, può dunque portare un utile non indifferente.

Sicurezza degli investimenti

Investire con Truster è un’operazione sicura? Va prima di tutto chiarito come il denaro accumulato sui conti abbia un buon livello di sicurezza e di garanzia per chi intende impegnare il proprio denaro e ottenerne un utile che possa battere l’inflazione. Il sito in questione infatti, lavora con il supporto di Lemon Way. Questo, risulta essere un celebre istituto di pagamento certificato e indipendente.

Per quanto concerne gli investimenti veri e propri, questi sono soggetti per loro natura a un minimo di rischio. Cambiamenti repentini del mercato, per esempio, possono rendere fermi alcuni progetti. Al di là di ciò, va detto che generalmente le operazioni sono supervisionate con attenzione da un team specializzato. Se a ciò si aggiunge una documentazione disponibile a chiunque voglia impiegare il proprio denaro, possiamo definire Truster una piattaforma relativamente sicura.

Quanto si può guadagnare con Trusters?

L’investimento su Trusters può variare da appena 100 euro fino a 120.000 euro. Anche il lasso di tempo per cui si impiegano i soldi può variare dai 9 ai 18 mesi. Ovviamente, con il salire di questi due parametri sale anche il potenziale guadagno.

A dispetto di ciò però, non è possibile dare una risposta univoca rispetto agli utili legati al crowdfunding immobiliare. Ogni singolo progetto infatti, può avere un ritorno economico variabile e, in molti casi, difficile anche da prevedere a priori. Nonostante tutto, la competenza dello staff permette a Trusters di trattare solamente progetti con solide fondamenta che possano garantire un potenziale introito e di un certo livello.

Ovviamente, va poi tenuto conto della tassazione. Anche se gli interessi ottenuti possono non essere segnalati sulla dichiarazione dei redditi, vengono trattenuti per il 26% dei proventi come sostituto d’imposta.

Conclusioni: Trusters conviene?

Trusters risulta una piattaforma sicura e facile da gestire. A patto di differenziare i propri investimenti, limitandone la consistenza, può essere un ottimo modo per accedere al settore immobiliare, sfruttando i vantaggi del crowdfunding.

Ovviamente, prima di investire somme consistenti di denaro, consigliamo di leggere attentamente la documentazione riguardo il progetto specifico e, possibilmente, è preferibile avere un minimo di esperienza nel settore.