Investire 100 euro

Come investire 100 euro oggi: quali sono i migliori modi per fare soldi

In questo articolo vogliamo approfondire alcune idee e suggerimenti su come investire 100 euro oggi, nel 2020.

Prima di partire, tuttavia, iniziamo con una provocazione: come investiresti 10.000 o 1.000 euro? Siamo sicuri che hai già mille idee per la testa per un portfolio sufficientemente diversificato.

Ma nel caso volessi investire 100 euro? Le cose iniziano a farsi più difficili. Anzi, probabilmente starai pensando che non è possibile investire “solo” 100 euro o che non ne vale la pena.

Investire 100 euro: riassunto veloce

Nonostante questo, ci sono delle interessanti opportunità, che vedremo nel corso di questo articolo. Nel frattempo, ti facciamo qui sotto un riassuntino veloce:

  1. trading in azioni e valute, con piattaforme come eToro (click per il sito ufficiale) che permettono di investire a partire da 100 euro;
  2. operazioni nel mercato immobiliare con il crowdfunding, che permette di investire in immobili con 100 euro grazie a piattaforme professionali come Re-Lender (click per il sito ufficiale);
  3. fare trading in Bitcoin o altre criptovalute per operare a breve termine con piattaforme a zero commissioni come eToro (click per andare sul sito ufficiale) oppure per comprare e tenerle in portafoglio nel lungo periodo con piattaforme sicure come Coinbase (clicca per 10$ gratis), se non sai bene come funziona, qui c’è la recensione e le opinioni su CoinBase;
  4. investire nel settore delle rinnovabili e del fotovoltaico grazie a Ener2Crowd (sito ufficiale), un servizio che permette di partecipare ad investimenti della “green economy”.

Alcune considerazioni sull’investire 100 euro

Certo, quando le somme a disposizione sono elevate è più semplice accedere a diversi asset, ma ciò non significa che il mondo degli investimenti sia riservato esclusivamente a chi ha ingenti capitali: anche un piccolo risparmiatore, può, con i giusti consigli che seguiremo a dare, trovare soddisfazioni economiche dai tradizionali strumenti finanziari.

Anzi, è soprattutto questa categoria che può avere i più grandi benefici, magari arrotondare lo stipendio e mettere da parte un gruzzoletto per far fronte a spese impreviste.

Si tratta della pratica chiamata effetto palla di neve: come una palla di neve che rotolando dall’alto di una montagna diventa via via sempre più grande, allo stesso modo un piccolo investimento iniziale può moltiplicarsi, e man mano si possono reinvestire parte degli introiti.

È così che si possono costruire capitali non indifferenti.

Naturalmente non v’è spazio per l’improvvisazione: il rischio è di perdere i 100 euro e non avere più opportunità per migliorare le proprie finanze.

Insomma, se in tempo di crisi non ti ritrovi più di 100 euro in tasca (e questa condizione accomuna la maggior parte degli italiani, purtroppo), ecco come investirli e ottenere una piccola rendita per non stare con l’acqua alla gola a fine mese e potersi concedere qualche piccolo sfizio.

Investire 100 euro al mese conviene?

Investire 100 euro una tantum, cioè una volta sola, non ha una grande efficacia perché la somma è decisamente troppo piccola.

Diverso è il discorso di investire 100 euro al mese, cioè 1.200 euro all’anno, cosa che permette di guadagnare molto di più nel medio / lungo periodo.

Tutto sta nella tipologia di investimento che si sceglie di fare e dai rischi che si vogliono correre, tenendo presente che il concetto di “maggior rischio equivale a maggior guadagno” vale sempre.

Vediamo di seguito come investire 100 euro al mese, a partire da oggi.

Come investire e far fruttare 100 euro al mese, consigli 2020

Social trading

Come forse avrai intuito, le soluzioni fin qui esposte sono sì molto interessanti per far lievitare la tua banconota verde, ma se sei un neofita della finanza dovresti rimandarle ad un secondo momento. Puoi, all’inizio, far fruttare i 100€ usando il copy funds che trovi su eToro (link al sito ufficiale); si tratta di seguire i migliori trader (ordinati o per ricavi o per propensione al rischio) e copiarne le strategie.

In questo modo potrai al contempo guadagnare e imparare a muoverti nel mondo del trading.

Immobili

Può sembrare strano trovare questa categoria parlando di cifre tutto sommato esigue come possono essere 100€; certo, non potremo comprare una casa in contanti, ma il mercato del mattone non è solo compravendita di immobili bensì anche crowdfunding immobiliare.

Una delle novità più interessanti degli ultimi tempi, e non solo del settore immobiliare, è Re-Lender (vai al sito ufficiale). Si tratta di una piattaforma di peer-to-peer lending, attualmente attiva in Italia, Spagna e Portogallo, in cui è possibile investire a partire da 50€.

La quota che hai deciso di mettere a disposizione può essere impiegata a lungo termine (dai 5 ai 10 anni), e ogni mese riceverai una quota degli affitti proporzionale al valore del tuo investimento. Altra opportunità è quella dei prestiti partecipativi a 12 o 24 mesi; in questo caso, quando l’immobile sarà venduto ti verrà restituito il capitale e guadagnerai la plusvalenza proporzionale all’investimento fatto. Infine, la terza opzione è quella di un prestito a tasso fisso verso società di sviluppo immobiliare.

Dato che, in materia di investimenti, diversificare è la parola d’ordine, potresti suddividere i tuoi 100€ in due tranche da 50€, e destinarle a immobili di diversa tipologia e ubicazione. In tutti i casi, sei tu a decidere su che tipo di struttura investire i tuoi soldi, e in qualunque momento sei libero di vendere i titoli.

Trading online

Il trading online è esattamente come il trading tradizionale, e consiste quindi nella compravendita di titoli e contratti; la differenza è che attraverso internet e siti specializzati come eToro (sito ufficiale) o Plus500 (sito ufficiale) possiamo gestire direttamente il nostro portafogli di investimento saltando la fila (e i costi) in banca. In effetti è il tipo di trading che va per la maggiore, al punto che quello tradizionale può dirsi praticamente scomparso.

In modo schematico, il guadagno avviene in questo modo: compro un asset X e lo rivendo quando il suo prezzo sarà aumentato.

Possiamo anche attuare il procedimento inverso, ossia vendere allo scoperto e chiudere la sua posizione quando l’asset andrà a perdere ulteriormente di valore. La strategia giusta dipende, in sostanza, dall’andamento del titolo, se è in una fase rialzista o ribassista, e approfittare dunque di entrambi i momenti.

Val la pena sottolineare che con il trading online puoi avere tre differenti tipi di guadagno:

  • gli interessi maturati per aver prestato denaro, come accade nel caso di titoli di stato e obbligazioni corporate
  • guadagni speculativi dalla compravendita di asset di varia natura (il caso tipico è quello delle valute forex)
  • nel caso specifico delle azioni puoi avere introiti dai dividendi, che “premiano” la tua partecipazione all’impresa.

Il vantaggio del trading online è che si può investire praticamente su qualunque asset esistente in maniera autonoma.

Anche in questo caso però suggeriamo di “farti le ossa” sfruttando un conto demo gratuito. Quasi tutti i broker infatti mettono a disposizione questo utile strumento, così che ci si possa allenare nel mettere in pratica le proprie strategie senza perdere un euro. Dal momento che il nostro budget è di 100€, cerchiamo di non sperperarlo!

Per fare trading online la scelta più vantaggiosa è quella di aprire un conto con un broker CFD.

I Contract For Difference sono prodotti derivati; replicano cioè l’andamento di un asset sottostante. Quello che compri è, in pratica, non un titolo ma la sua rappresentazione: non stai operando direttamente sul mercato, e il tuo unico possesso è il contratto con il broker.

Troverai interessante la leva finanziaria: grazie alla leva moltiplichi la tua esposizione, potendo acquistare o vendere come se non avessi 100€ ma, ad esempio, 400€. Attenzione: allo stesso modo il rischio di perdere tutto è dietro l’angolo, quindi utilizza questo strumento con parsimonia e dopo un adeguato “apprendistato” da trader!

Borsa

Investire sui mercati azionari è il metodo migliore per far lievitare i propri risparmi; allo stesso tempo è però un’arma a doppio taglio. Prima di buttarti, se non hai dimestichezza con questo settore, ti consigliamo di studiarne il funzionamento in modo approfondito. Magari non diventerai The Wolf of Wall Street, ma per lo meno non finirai preda degli squali finanziari.

Ti chiederai a questo punto su quali azioni investire; purtroppo è una domanda senza risposta, nel senso che per orientare i propri soldi occorre seguire l’andamento dei vari titoli.

Ad esempio, in questo momento si registrano ottime performance per le azioni dei settori della moda, delle biotecnologie e del made in Italy, nonché del software; al contrario, è un periodo confuso e poco redditizio per le commodity, ma la situazione potrebbe cambiare. Come abbiamo già detto, informarsi è già metà del lavoro.

Ma materialmente, come funziona? Si possono fare investimenti diretti in borsa (non solo a Piazza Affari ma in qualunque mercato mondiale); tuttavia il metodo più semplice ed efficace per guadagnare con le azioni è il trading, che vediamo subito nel dettaglio.

Ridurre i debiti

Sei hai debiti con Equitalia, il mutuo da pagare, le rate della macchina in arretrato o un prestito aperto, la maggior parte delle persone ti dirà che non è saggio investire 100€ e rischiare di perdere ulteriore denaro.

In realtà il ragionamento più opportuno sarebbe l’inverso: proprio perché spesso ci si ritrova sommersi da spese che non si riesce a pagare, occorre un metodo efficace per far fruttare i propri risparmi e ridurre, con i guadagni, i debiti arretrati. Puoi, con oculatezza, investire nel trading online sopra citato, ad esempio.

Questo discorso non vale però se ti trovi in una situazione di sovra indebitamento.

Se i problemi sopra menzionate sono presenti tutti (o quasi) contemporaneamente, è il caso di cambiare la destinazione dei 100€: essere attorniati da creditori significa non vivere più serenamente, e dunque questa deve diventare la priorità.

Come fare? Nessuna paura, la luce in fondo al tunnel esiste. puoi rivolgerti ad una delle tante agenzie di esdebitazione che si appelleranno alla legge 3/2012: potrai ottenere una riduzione del debito (anche totale) e la cancellazione dalle banche dati dei cattivi pagatori.

Inoltre, l’avvio della procedura blocca provvedimenti quali pignoramento e altre azioni esecutive.

Forex

Il mercato valutario del Forex è quello al mondo con più liquidità: neppure sommando tutti i mercati azionari ci si avvicina al volume di scambi che quotidianamente avvengono su FX.

Il guadagno avviene proprio sulla base delle oscillazioni di cambio. Ad esempio, se investiamo nella coppia EUR/USD dovremo osservare il tasso di cambio. Se siamo in una fase di aumento, la valuta di quotazione (cioè il dollaro statunitense, in questo caso) si sta rafforzando. Viceversa, se notiamo un trend di cambio in calo, è la valuta di base (l’euro) che si sta rafforzando. Nulla di complicato, ecco perché il Forex riscuote tanto successo!

Un occhio di riguardo però ai pericoli “nascosti”. Il rapporto tra due monete dipende in buona sostanza da fattori macroeconomici e dall’inflazione. Attuare una strategia efficace prevede dunque un aggiornamento costante sulle dinamiche geopolitiche internazionali; in questo periodo storico investire nel Forex potrebbe essere particolarmente rischioso.

Dall’altro lato però c’è il grosso vantaggio del costo. La maggior parte delle piattaforme, oltre al suscitato conto demo, accetta quote d’ingresso davvero esigue. Ad esempio con IQ Option bastano appena 10€ (e puoi dunque centellinare i tuoi 100 iniziali!) e aprire posizioni da 1€.

> Leggi anche il nostro approfondimento sui migliori investimenti redditizi.

Criptovalute

Le criptovalute non sono più una novità nel panorama finanziario, dunque ne parliamo come un investimento a tutti gli effetti e non inferiore agli altri. Va però evidenziato che è un mercato altamente volatile, date le caratteristiche di decentralizzazione che rendono le monete digitali fuori da ogni controllo (o quasi) istituzionale.

Molto di negativo si dice sui token, e certamente in fatto di ICO occorre stare attenti: non poche si sono rivelate truffe. Tuttavia riteniamo che siano ancora un terreno fertile e con ottime potenzialità speculative, a patto di affidarci in primis a broker ed exchange regolamentati, e in secundis a criptovalute già testate e che hanno mostrato di non essere scam.

Dato il nostro budget di 100€ possiamo scegliere se acquistare qualche frazione di Bitcoin o Ethereum, oppure rivolgerci a crypto più economiche ma che stanno crescendo tantissimo: Ripple, Stellar Lumens, Iota per fare alcuni nomi.

In questa seconda opzione però sarà difficile trovare exchange che accettino gli euro; di solito si deve scambiare la nostra moneta in token BTC, e poi i BTC in altre valute digitali. Dopo aver comprato i gettoni, aspettiamo che si alzino di prezzo e poi vendiamo sullo stesso (o altro) exchange.

Altra possibilità è quella di fare trading con i CFD anche in crypto, del cui funzionamento abbiamo già parlato.

Con una somma a disposizione esigua sarebbe la scelta preferibile perché più dinamica e adatta a strategie a breve termine: in poche settimane potremmo avere già sul conto una cifra interessante, senza le lungaggini relative all’acquisto “fisico” delle criptovalute.

Altro punto da sottolineare è che comprare le monete virtuali significa aspettare e sperare in un rally, mentre investire con i CFD consente di “giocare” sulle oscillazioni di prezzo (non rare, vista la volatilità di cui sopra) e guadagnare anche quando il costo del token diminuisce, aprendo posizioni short.

Attenzione però a tenere sempre sotto mano ciò che accade ai BTC, in quanto spesso l’andamento delle altre Altcoin riflette quello della maggiore. In tutti i casi, la strategia preferibile è quella di suddividere il proprio budget tra almeno 2 o 3 criptovalute, così da limitare eventuali rischi.

Deposito titoli

Si parla di deposito titoli per indicare l’effettivo possesso di un titolo, con tutto ciò che ne consegue: sarai un azionista dell’azienda di cui hai acquistato azioni, oppure creditore dello Stato se hai optato per delle obbligazioni, o ancora partecipante attivo nel caso di fondi ed ETF.

L’unico rischio a cui sei esposto è quello del fallimento della controparte; dall’altro lato, però, questo metodo standard per fare trading è quasi interamente gestito dagli istituti di credito o di intermediazione finanziaria.

Occhio quindi ai costi: i 100€ che ci siamo prefissi potrebbero non bastare!

Energie rinnovabili

Investire in energie rinnovabili è il futuro secondo molti degli esperti. Questo settore dovrebbe crescere moltissimo da qui e fino al 2050, per cui sono tanti quelli che già oggi stanno investendo.

Per farlo puoi optare per fare trading sulle azioni di aziende che operano in questa industria tramite piattaforme come eToro (sito ufficiale), oppure investire nel crowdfunding, cioè in investimenti legati al settore “verde” e della “green economy” con società certificate ed autorizzate come Ener2Crowd (sito ufficiale).

Migliori Azioni 2020

Fonte: https://www.fool.com/investing/2020/01/06/10-top-stocks-that-will-make-you-richer-in-2020.aspx