Qual’è il costo del litio? Previsioni quotazione 2020

Determinare il costo del litio non è semplice perché questo metallo non è quotato in borsa. Ecco perché il quadro può sembrare confuso. Vediamo come funziona la quotazione litio e che previsioni ci sono.

Qual'è il costo del litio? Previsioni quotazione

Il litio è uno di quei metalli su cui tante aziende continueranno a puntare in futuro, ben oltre il 2020: esso diventerà parte integrante della fornitura di energia elettrica del nostro pianeta in quanto è l’elemento basilare per la creazione delle batterie per le auto elettriche, e sappiamo benissimo quanto aziende del calibro di Tesla – ma non solo – stiamo puntando su questa industria.

Quando si parla di litio, tuttavia, diventa difficile riuscire a fare chiarezza nel dettaglio dei prezzi, perché il mercato è alquanto opaco, il che rappresenta il problema maggiore con cui le aziende tecnologiche del futuro dovranno avere a che fare.

Qual’è il costo del litio?

I prezzi variano da 5.000 $ alla tonnellata per le importazioni degli Stati Uniti, fino a 7.000 $ per le importazioni di carbonato da parte della Cina, a salire a 20.000 $ – sempre alla tonnellata – per quello che riguarda il litio di prima scelta che viene usato per le batterie.

Il prezzo al kg, dunque, arriva fino a 20 $ circa.

Perché i prezzi del litio variano così tanto? La motivazione è presto detta: il litio viene usato per un gran numero di prodotti, dal grasso industriale, noto come stearato di litio, fino al fluoruro di litio, ai composti organici noti come butillitio, senza dimenticare ovviamente il carbonato di litio, che è quello che costa di più in quanto usato per la produzione delle batterie.

Solitamente, tutti i prezzi del litio “di qualità inferiore” vengono convertiti in quello equivalente del litio carbonato, ma anche qui il quadro globale è complesso. Ci sono, infatti, diverse tipologie di carbonato, a partire da quello di qualità inferiore e che viene usato per le ceramiche, fino a quello di qualità elevata per le batterie agli ioni di litio. Anche in questo caso, tuttavia, il carbonato per batterie può essere diviso in cinque tipologie differenti.

A complicare tutto sopraggiunge il fatto che il litio non è quotato in nessuna borsa merci, per cui il prezzo viene stabilito a livello di domanda / offerta di mercato tra i pochi produttori e i rispettivi clienti (sempre di più).

Da cosa dipende il prezzo del litio

Due sono i fattori che influenzeranno la quotazione del litio nel prossimo futuro.

  • Il primo è la disponibilità sul mercato. Il nostro pianeta ha un’offerta limitata di litio, dato che esso rappresenta solo lo 0,0007 per cento della crosta terrestre. Il Cile produce la maggior parte del litio per il mercato mondiale, l’Australia si trova al secondo posto, mentre gli Stati Uniti possono vantare una sola miniera in tutto il paese.
  • Il secondo è l’aumento della domanda. E’ quello che sta accadendo in questi anni in seguito al successo della società automobilistica Tesla. L’industria automobilistica elettrica sta aumentando, Apple e Google sono pronte a lanciare presto le proprie versioni di auto “verdi”, e non dobbiamo dimenticare i cinesi che con il miliardario Jia Yueting.

Questo vuol dire che la domanda di batterie agli ioni di litio salirà ulteriormente, pertanto il prezzo di questo materiale dovrebbe continuare a salire. Considerate anche che le batterie agli ioni di litio sono utilizzate anche nei dispositivi mobili come smartphone, tablet, computer portatili e tutti i dispositivi indossabili, e si capisce come le previsioni della quotazione del litio sono in salita.

Investire nel litio

In questo panorama poco chiaro, come si può fare per investire nel litio? Ne abbiamo parlato in un articolo dedicato, cui ti rimandiamo per tutti gli approfondimenti del caso, in questa sede ti riassumiamo brevemente le tre opzioni:

Tra le tre soluzioni, una scelta fatta da molti è aprire un conto CFD perché permette di fare trading e guadagnare sia se i prezzi sono in salita che in discesa.