Forex Trading Italia
24 febbraio 2015

Strategie Forex: Trading con i Trend

Il trend è il più prezioso e fidato amico di un trader, lo sapevi? Non è un caso se si dice "the trend is your friend", scopriamo insieme perché, come fare per capire la direzione della tendenza e in che maniera aprire delle posizioni efficaci che ci permettano di guadagnare denaro.

Si dice che il trend è tuo amico e che non conviene fare investimenti contro di esso. Beh, è vero (nella maggior parte dei casi, almeno). Anche se ci sono anche delle interessanti opportunità per fare trading contro il trend, onestamente è meglio lasciarle a chi ha sufficiente esperienza di investimenti nel Forex.

Chiarito questo punto, andiamo a vedere delle interessanti modalità di investimento in favore della direzione del mercato.

Trovare la direzione del trend con i grafici

Il primo modo per capire in quale direzione la tendenza sta andando è quello di usare i grafici, almeno 100 o 200 candele.

Solitamente è sufficiente per capire la direzione generale del mercato e, dunque, trovare anche la direzione ideale per le nostre operazioni.

Se questo non bastasse (per la maggior parte del tempo i mercati si trovano ad operare in un canale ed è dunque difficile intravedere graficamente una tendenza), oppure se semplicemente sei alla ricerca di un'ulteriore conferma, allora occorre entrare nel campo degli indicatori.

Trovare la direzione del trend con gli indicatori

Ci sono davvero tanti indicatori che permettono di capire la direzione del trend, tra di essi l'RSI è il migliore in assoluto.

Acronimo di Relative Strengh Index, questo indicatore assume un valore che va da 0 a 100 e tiene traccia della forza del movimento delle valute.

Ogni volta in cui il valore del RSI si trova al di sopra di 70 o al di sotto di 30, siamo di fronte ad una possibile inversione del trend.

Per la precisione, sopra 70 potremmo avere un'inversione del trend da crescente a decrescente, sotto 30 potremmo avere un'inversione del trend da decrescente a crescente. Per avere un'idea concreta del RSI potete guardare l'immagine qui sotto.

segnale-acquisto-forex

Dal momento in cui il valore del RSI tocca o supera 70 siamo in presenza di un segnale di vendita, quando invece si trova sotto il valore di 30, siamo in presenza di un segnale di acquisto.

Come possiamo migliorare il segnale datoci dal RSI?

Solitamente quando faccio forex non mi fido mai di un solo segnale, anche se potete ed affidabile quanto l'RSI. E' sempre meglio averne due o tre, così da ridurre al minimo i rischi di un falso segnale.

Per avere un'idea più affidabile dell'inversione del trend che mi trovo di fronte, di solito unisco l'RSI con le Bande di Bollinger.

Integrando tutti e due gli indicatori in un grafico Forex attendo di vedere entrambi i segnali che puntano verso la stessa direzione.

Ad esempio, se l'RSI si trova sopra il valore di 70 e CONTEMPORANEAMENTE le bande di Bollinger sono rotte al di sopra della banda superiore, mi sento maggiormente sicuro ad andare in vendita.

Il discorso vale anche al contrario: se l'RSI si trova sotto il valore di 30 e CONTEMPORANEAMENTE le bande di Bollinger sono rotte al di sotto della banda inferiore, mi sento maggiormente sicuro ad andare in acquisto.

Stop loss e take profit, non bisogna mai dimenticarli

Uno degli errori che i trader principianti fanno, purtroppo, è quello di non inserire stop loss e take profit a protezione del proprio account. Inutile dire che i rischi di questo comportamento sono eccessivi, pertanto impostiamo SEMPRE uno stop loss pari al 2% del valore del nostro account, mentre un take profit pari al 4% dello stesso.

Ci tengo a dire che, anche se si usano contemporaneamente RSI e Bande di Bollinger, in ogni caso il rischio di incappare in una posizione sbagliata c'è, pertanto lo stop loss aiuta a proteggerci da tale rischio.

Vantaggi del trading in favore del trend

Sicuramente c'è un minor rischio di aprire una posizione sbagliata, perché la maggior parte dei trader va verso il trend e una motivazione in questo c'è.

Il secondo vantaggio te lo presento con un analogia: immagina di avere due stagni di fronte a te, uno con tanti pesci e uno con meno pesci. In quale dei due getti la tua esca? Indubbiamente nel primo. Se ora immaginiamo che ogni pesce sia un pip, che lo stagno più ricco sia il trend e quello meno ricco sia la direzione contraria ad esso, è naturale andare ad aprire ("pescare") operazioni forex proprio verso lo stagno con più pesci, il trend.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Strategie Forex: Trading con i Trend"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: