Edizione del 17 February 2019 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Analisi Mercato Caffè 2019: previsioni e panoramica

Previsioni per il mercato del caffè per il 2019: come si muoverà la produzione di questa bevanda? Dove si importerà di più? E di conseguenza come si muoverà il prezzo del caffè?

Analisi Mercato Caffè 2019: previsioni e panoramica

La produzione mondiale di caffè per il 2019 dovrebbe prevedere un ulteriore aumento rispetto al passato, con il record della produzione che spetterà alla varietà Arabica del Brasile, seguito dalla varietà Robusta ancora in Brasile, poi Vietnam e Indonesia. Come risultato, la produzione di arabica nel mondo dovrebbe essere in ripresa ed arrivare al 60% della produzione totale, dopo essere stato al di sotto di questo livello negli ultimi 5 anni.

Il consumo globale di caffè dovrebbe arrivare a registrare un totale di 150,8 milioni di sacchi, portando le scorte ai minimi da 4 anni. Le esportazioni mondiali dovrebbero scendere dai record dello scorso anno e principalmente a causa di minori spedizioni dall’Indonesia, dal Vietnam e dal Brasile.

Mercato del caffè in Brasile

La produzione di Arabica in Brasile, uno dei principali produttori di caffè al mondo, dovrebbe salire di 7,8 milioni di sacchi ed arrivare ad un valore record di 43,9 milioni di sacchi. La buona fioritura che è avvenuta tra settembre e novembre 2015 ci farà vedere i suoi frutti nei prossimi mesi, soprattutto nelle regioni brasiliane di Minas Gerais e di San Paolo, due aree che rappresentano circa l'80 per cento della produzione totale di caffè nel paese del Samba.

La produzione della qualità Robusta, invece, dovrebbe far segnare un calo di 1,2 milioni di sacchi, portando il totale ad un livello minimo da 7 anni a questa parte pari a 12,1 milioni di sacchi, a causa soprattutto delle temperature sopra la media e della siccità prolungata ad Espirito Santo, dove la grande maggioranza di questa qualità di caffè è coltivata.

In totale, la raccolta di caffè Arabica e Robusta dovrebbe espandersi di 6,6 milioni di sacchi per arrivare a 56,0 milioni in totale. Tuttavia, con le scorte totali leggermente in calo, vedremo un calo delle esportazioni.

Mercato del caffè in Vietnam

La produzione del mercato del caffè in Vietnam è in calo di 2 milioni di sacchi, per arrivare a 27,3 milioni in totale a causa delle alte temperature combinate alla secchezza dell’area tra gennaio e aprile 2016, che ha indebolito i rendimenti.

La superficie coltivata è quasi uguale allo scorso anno e oltre il 95 per cento della produzione del paese è della qualità Robusta.

Dopo 2 anni di scorte elevate, le nuove scorte finali dovrebbero scendere di 2,2 milioni di sacchi.

Mercato del caffè in Colombia

La produzione di Arabica in Colombia dovrebbe scendere di 300.000 sacchi per arrivare a 13,3 milioni a causa delle forti piogge attese verso la fine del 2016. Questo probabilmente influenzerà il raccolto di Mitaca, interrompendo il processo di fioritura. Il Mitaca solitamente rappresenta circa il 40 per cento della produzione totale del mercato del caffè in Colombia e viene raccolto tra aprile e giugno.

Mercato del caffè in America Centrale e Messico

In quest’area del mondo il caffè rappresenta circa il 15 per cento del totale della produzione di Arabica del mondo. Anche se la produzione della regione dovrebbe salire di 400.000 sacchi, per arrivare ad un totale di 15,9 milioni, il rimbalzo è in gran parte limitato nella zona di Honduras, dove delle aree recentemente rinnovate porteranno la produzione di caffè ad un livello record di 6,1 milioni di sacchi.

In Nicaragua la previsione è in salita di 100.000 sacchi per arrivare a 2,1 milioni in totale, mentre Costa Rica, El Salvador, Guatemala e Messico dovrebbero farci vedere una produzione piatta rispettivamente a 1,4 milioni, 525.000, 3,4 milioni e 2,3 milioni di sacchi.

Circa il 40 per cento delle esportazioni della regione sono destinate agli Stati Uniti, seguite da un 35 per cento verso l'Unione europea.

Mercato del caffè in Indonesia

La produzione in Indonesia dovrebbe scendere di 1,8 milioni di sacchi ed arrivare a 10 milioni circa a causa della grave siccità in gran parte dell'arcipelago. Il tempo asciutto ha interrotto la fase di fioritura e di maturazione ed è stato molto sentito nelle zone di pianura di Sumatra meridionale e Java, dove si trova circa il 75 per cento del mercato del caffè della qualità Robusta.

Mercato del caffè in Etiopia e India

La produzione di Arabica dell'Etiopia dovrebbe essere pari a 6,5 ​​milioni di sacchi, pressoché inalterata negli ultimi 5 anni. Nel paese indiano, invece, la produzione dovrebbe scendere di 230.000 tonnellate nel corso del 2019, cioè l'8% circa, dopo un calo di oltre 100.000 sacchi segnati nel 2018. La causa principale sono le inondazioni che hanno colpito la parte sud del paese, soprattutto a Karnataka e a Kerala, dove si produce la maggior parte del caffè indiano.

Importazioni di caffè in Unione europea e USA

Il consumo di caffè in Europa rappresenta oltre il 40 per cento del totale mondiale e si prevede, per il mercato del caffè 2019, un calo di 500.000 sacchi in totale, per arrivare a 44,5 milioni. I fornitori principali del “vecchio continente” per quanto riguarda la bevanda nera sono il Brasile (33%), Vietnam (23%), Honduras (6 %) e Colombia (6 %).

Gli Stati Uniti sono il secondo maggior importatore al mondo di caffè e le previsioni 2019, da questo punto di vista, sono pressoché invariate rispetto a quest’anno: 24,6 milioni di sacchi. I fornitori principali sono Brasile (30%), Colombia (21%) e Vietnam (13%).

Prezzi e grafico caffè 2019

Previsioni sul prezzo del caffè Previsioni sul prezzo del caffè

Tenere presente tutti questi movimenti di mercato è fondamentale per chi volesse investire nel caffè perché sappiamo bene che il prezzo di questa bevanda viene influenzato principalmente dalla produzione, oltre che dalle importazioni e dalle esportazioni.

Letture di approfondimento:

Aprire un conto gratuito CFD con Plus500

Scritto da Davide Domenico. Mi specializzo nel mercato delle commodities (o materie prime): quotidianamente studio il settore e rimango aggiornato per cercare di prevedere gli andamenti dei prezzi.

Per approfondire: