Vantaggi Forex: gli 11 Benefici del Mercato Valute

Elenco dei vantaggi del forex, con i migliori 11 benefici di fare trading sulle valute.

Quali sono i vantaggi del mercato delle valute Forex? Perché si differenzia rispetto ad altri mercati e quali sono i benefici di fare trading nel mercato valute?

Il Forex è un mercato che, nonostante il fatto presenti diversi rischi, ha anche innumerevoli vantaggi che lo fanno essere uno degli investimenti più redditizi in assoluto (ma anche i rischi sono alti).

Leggi anche cos’è il forex per scoprire le basi del mercato delle valute. 

Vantaggi Forex: gli 11 benefici

  • Non ci sono commissioni
  • puoi investire somme più grandi di quelle che hai a disposizione grazie alla leva finanziaria
  • Il capitale iniziale per i primi investimenti è basso
  • Mercato aperto 24 ore su 24
  • Fare esperienza senza rischi con i conti demo
  • Alta liquidità
  • Grandezza del mercato
  • Non ci sono intermediari
  • Possibilità di investire a breve, medio e lungo termine
  • Tanti broker, ampia concorrenza
  • Bassa tassazione

Possibilità di guadagnare sia al rialzo che al ribasso

E’ vero, nel forex è possibile andare sia long che short. Nel primo caso si “scommette” che una coppia di valute salirà di valore, nel secondo caso che scenderà.

Per questo motivo è possibile guadagnare denaro anche se l’euro, il dollaro o la sterlina scendono, ma anche se un titolo azionario va in calo, basta “solo” prevederlo.

Questo è uno dei più grandi vantaggi del forex, probabilmente quello che dà le maggiori opportunità di guadagno.

Leggi anche quanto si guadagna con il forex.

Non ci sono commissioni

A differenza di altri mercati come quello delle azioni, investire nel forex non comporta il pagamento di nessuna commissione forex. Questo non significa che non ci sono costi da dover sostenere per ogni operazione che si apre dato che occorre considerare lo spread, cioè la differenza di prezzo tra offerta e domanda (bid e ask).

Investire somme più grandi di quelle che si hanno a disposizione grazie alla leva finanziaria

E’ un concetto importante quello della leva finanziaria, perché permette di investire nel forex con una somma più alta di quella che si ha a disposizione nella “pratica”.

A differenza dei broker del mercato azionario, che propongono nessuna leva o al massimo una leva davvero bassa (2:1), i broker del mercato delle valute come eToro (link per sito ufficiale) offrono leve finanziarie fino a 30:1 . Questo significa che con 100 euro di investimento si possono investire fino a 30.000 € .

Certo è che non conviene usare tutta la leva a propria disposizione perché i rischi sono decisamente elevati, bensì è utile sapere fino a che punto poter “andare” con questo strumento.

Il capitale iniziale per i primi investimenti è basso

Chi è alle prese con i primi passi nel mercato delle valute potrebbe aver timore ad investire delle grandi somme di denaro, a ragione. Se non si conosce bene il mercato c’è il rischio di poter perdere quanto investito.

Le basse barriere all’ingresso sono uno dei punti di forza del mercato valutario, con alcuni broker che permettono di investire anche solo 100 euro, per iniziare. eToro (link per sito ufficiale) è un esempio.

Mercato aperto 24 ore su 24

Gli orari del forex sono davvero interessanti e permettono di fare forex in ogni momento della giornata e della notte, dunque è un investimento che ben si adatta anche a chi ha poco tempo o, per qualunque motivo, preferisce investire di notte.

Il fatto che il mercato delle valute non ha una sola borsa a cui fare riferimento (dunque non è centralizzato) ne permette l’apertura 24 ore su 24. In sostanza, si inizia a fare trading dalle 23 della domenica sera (orario di apertura settimanale della borsa asiatica) e si può continuare fino alle 23 del venerdì sera (orario di chiusura della borsa americana).

All’interno di questo range di tempo non ci sono interruzioni.

Fare esperienza senza rischi con i conti demo

Tutti i broker permettono di investire su piattaforme reali con conti demo, in prova, con i quali non si rischia denaro reale.

In questo caso è tutto uguale ad un conto aperto con denaro reale (il trend, la direzione del mercato, i pips, davvero tutto), l’unica e sola differenza è che si opera con denaro finto, virtuale.

Alcuni broker danno fino a 10.000 euro, altri addirittura fino a 100.000 euro.

Fare forex in modalità demo è interessante e vantaggioso, ma bisogna sapere come trarne il massimo altrimenti sarà solo tempo perso e si sbatterà contro un muro quando ci si troverà ad investire denaro reale.

Alta liquidità

E’ uno dei vantaggi e dei punti di forza un po’ più tecnici. In sostanza, con il concetto di alta liquidità intendiamo il fatto che ci sono tantissimi operatori che fanno trading sul mercato delle valute. Questo permette di aprire e chiudere posizioni praticamente in tempo reale.

La liquidità è un vantaggio per il trader perché dà modo di avere più opportunità di guadagno.

Attenzione al fatto che più è diffusa la coppia di valute e maggiore è anche la liquidità correlata. E’ per questo motivo che bisognerebbe sempre scegliere di investire scegliendo coppie di valute major, che sono anche le più diffuse, quelle con il tasso di cambio più volatile. Come consiglio per chi ha iniziato da poco, lasciate le coppie di valute “minor” e le valute esotiche ai trader che sanno già il fatto loro, i più esperti.

Grandezza del mercato

Quando si analizza la grandezza del mercato come vantaggio del forex ci si riferisce al fatto che questo mercato fattura, ogni giorno, 4.000 miliardi di dollari circa. Questo lo mette al riparo da qualunque tentativo di far oscillare le valute in maniera “anomala”, nessuno è così potente o ha così tanti soldi da poter influenzare e modificare in maniera anomala il mercato valutario, neanche i più grandi investitori o le banche centrali.

Certo, ad esempio i governi possono cercare di far oscillare una valuta in una direzione o nell’altra, magari facendola svalutare per dare una mano alle esportazioni (e dunque favorire la ripresa economica di un paese in caso di crisi) ma si tratta di soluzioni che potremmo definire temporanee, perché poi l’andamento di una valuta a medio/lungo termine dipende dalla risposta di tutti gli altri operatori e dal loro modo di operare.

Non ci sono intermediari

Per fare forex è sufficiente avere un computer o un cellulare, una buona connessione ad internet e scegliere un broker con cui aprire un conto. Si può scaricare la piattaforma di Forex (come la Metatrader 4, ad esempio) oppure decidere di operare con una piattaforma web o mobile, e via.

Non bisogna rivolgersi a nessun intermediario finanziario per poter acquistare o vendere coppie di valute, cosa che invece occorre fare se si volesse investire direttamente in azioni (a proposito, tenete presente che la maggior parte dei broker permette anche di acquistare e vendere stock, commodities come oro e petrolio ed indici azionari).

Possibilità di investire a breve, medio e lungo termine

Quando si apre una posizione è possibile mantenerla aperta per tutto il tempo che si vuole, da pochi secondi fino a settimane o mesi interi. Nel primo caso, tecnicamente, si parla di scalping.

Se si apre e si chiude una posizione nell’arco di un giorno, si parla di trading intraday.

In tutti gli altri casi siamo nel medio / lungo termine.

Questo significa che qualunque sia il vostro obiettivo o il vostro modo di fare trading, nel forex potete trovare l’opzione e la modalità che preferite.

Tanti broker, ampia concorrenza

Il mercato del forex è ampiamente diffuso in ogni parte del mondo. Tutti fanno forex perché tutti “maneggiano” valute. Immagina di andare per turismo in un paese dove non si usa l’euro, ad esempio la Polonia, o di voler investire in Albania (dove si usa il Lek Albanese). In tutti i casi, stai vendendo euro e acquistando moneta del posto, da spendere in loco. Ecco, anche se non sei di fronte ad un computer o non hai aperto un conto con un broker, stai facendo forex (questa parola sta, infatti, per FOReign Exchange, ovvero scambio di valute straniere).

Considerando questa diffusione, ci sono tanti broker sicuri che offrono i loro servizi, il che si traduce in un’ampia concorrenza, che a sua volta porta ad avere dei broker con bassi spread (dunque minori costi) e, in generale, dei servizi migliori e più veloci.

Bassa tassazione

Sui guadagni forex occorre ovviamente pagare le tasse in quanto sono guadagni da investimenti finanziari.

In tutto il mondo, Italia inclusa, ci sono delle leggi specifiche. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la nostra pagina sulle tasse forex.