Comprare casa all’estero: i migliori posti dove conviene investire

Un viaggio completo alla scoperta dell'acquisto di immobili all'estero: quali sono i migliori paesi? Dove conviene comprare casa, per abitare o per affittare?

Comprare casa in Svizzera: investire a Lugano

Comprare casa all’estero è una scelta, un sogno che tanti vorrebbero realizzare. Di per sé, già l’acquisto di un immobile in Italia non è semplice, e ovviamente all’estero potrebbe spaventare ancora di più.

Ad onor del vero, la situazione è molto migliore oggi rispetto al passato perché ci sono varie piattaforme dedicate al crowdfunding immobiliare, che cioè permettono di investire in case all’estero partendo da piccole somme. Housers (sito ufficiale) e Crowdestate (sito ufficiale) sono al momento i due nomi più importanti e sicuri per gli investitori italiani.

Se stai pensando di fare questo investimento continua a leggere. In questa guida ti elenchiamo i migliori paesi dove comprare casa all’estero nel 2019, dove conviene comprare casa per affittarla e guadagnare una rendita, e dove comprare casa a basso costo.

Le 10 nazioni dove conviene investire all’estero comprando immobili

Spagna

Il paese iberico è una delle destinazioni migliori in Europa per quello che riguarda le vacanze, per questo motivo acquistare una casa con l’obiettivo di affittarla potrebbe essere una buona scelta.

Ovviamente bisogna prestare attenzione al posto, che dev’essere su una località di mare (o su un’isola) e abbastanza comodo per l’accesso in spiaggia.

Tra le migliori location troviamo la Costa Blanca, che racchiudele città di Torrevieja, Villamartin e Camposol. Da non perdere la “sempre verde” Barcellona, con la vicinissima Lloret de Mar che potrebbe essere una buona scelta. Citiamo infine anche Marbella e le città di Mojacar e Albox.

Per quello che riguarda le isole, invece, la scelta top rimane Lanzarote.

Più costosa Ibiza, anche se è una delle città più turistiche del paese, per cui potrebbe valerne la pena.

Il costo della vita spagnolo è leggermente inferiore rispetto a quello dell’Italia, il che rappresenta un altro vantaggio.

Portogallo

Vicino alla Spagna, il Portogallo è forse uno dei posti più convenienti in assoluto quando si tratta di investire all’estero con pochi soldi.

A partire dalla capitale, Lisbona, che è una delle più economiche capitali europee, e che ha un fascino tutto suo: una città d’altri tempi, bellissima e molto turistica.

Madeira è l’alternativa europea ai Caraibi, mentre la regione di Algarve è una tra le più popolari ed economiche.

In questo caso fa molto gioco anche il costo della vita, inferiore rispetto a quello italiano.

Estonia

Non ci sono tante località in Europa dove è possibile comprare una casa in pieno centro storico spendendo meno di 300.000 € , a Tallin è ancora possibile.

La città è molto moderna ed affascinante, una località da non perdere e che attira molti turisti da ogni parte d’Europa, anche perché il costo della vita in Estonia è ancora molto abbordabile.

I collegamenti aerei con tutta Europa, inoltre, la rendono facile da raggiungere.

Se volete acquistare una buona casa spendendo poco, potrebbe essere la vostra scelta ideale.

Grecia

La crisi economica ha lasciato il paese alle corde, e tanti cittadini sono stati costretti a svendere i propri immobili.

Questo ha portato alla luce tantissime opportunità di acquistare casa per affittarla poi ai turisti, che continuano nonostante tutto ad affollare le isole e le principali città elleniche.

Sia nelle grandi città, come Atene, ma anche e soprattutto nelle tante isole del paese (come Rodi), le opportunità sono davvero tantissime.

Investire in immobili in Grecia è una buona opportunità per il 2019, ma solo se avete denaro contante con cui comprare (niente mutui) e se fate in fretta, dato che i prezzi convenienti (in alcuni casi più bassi del 30% rispetto al valore di mercato reale) hanno attirato tantissimi investitori esteri. Leggi anche i motivi per cui conviene andare a vivere in Grecia e tutte le info sul costo della vita nel paese ellenico.

Croazia

Paese che sta crescendo tantissimo e che sta diventando meta turistica sempre più importante, sia per le città marittime che dell’interno costa.

Una delle località più richieste è Dubrovnik, dove hanno girato la serie de “Il Trono di Spade“, ma anche la costa della Dalmazia e la città di Spalato sono molto favore ed apprezzate dai turisti.

La moneta della Croazia, la Kuna, ha un tasso di cambio molto conveniente rispetto all’euro, il che aiuta il turismo europeo.

Turchia

Uno dei posti più interessanti per acquistare casa a poco prezzo, il lato negativo del paese (in questo particolare momento storico) è legato alla sicurezza (qui un po’ di informazioni utili).

Nonostante questo, sono tanti gli investitori che hanno deciso di scegliere questo paese per comprare casa, spinti anche dal basso costo della vita.

Il paese può essere un’alternativa alla Spagna costiera per acquistare case al di sotto dei 120.000 € .

Malta

In questi anni il paese è cambiato molto ed è uno dei più all’avanguardia per ciò che riguarda nuove tecnologie e criptovalute. Per questo motivo si prevede una notevole richiesta di immobili nei prossimi anni, dunque potrebbe essere un eccellente posto per comprare casa con lo scopo di avere una rendita affittandola.

Il clima soleggiato e caldo, la dimensione relativamente ridotta e la popolazione complessiva che arriva attorno a 400.000 abitanti, rendono Malta un posto interessante per viverci.

Oltre a questo, l’isola del Mediterraneo può essere un eccellente posto per comprare casa e affittarla anche ai turisti estivi.

Polonia

Il paese dell’est Europa ha uno dei tassi di crescita più elevati in assoluto, e ancora oggi è relativamente economico in virtù della presenza dello Zloty: il tasso di cambio è favorevole e la vita costa poco.

In Polonia si possono comprare case a basso costo anche nelle città più importanti, come Cracovia.

I prezzi sono tuttavia in salita, per cui potrebbe essere una delle ultime opportunità per fare investimenti remunerativi.

Albania

L’Albania fino a qualche tempo fa era nota esclusivamente per la vita difficile sotto la guida dittatoriale. Oggi, invece, il paese è in forte crescita e sono tanti gli italiani che si sono già spostati oltre il Mediterraneo, grazie anche al costo della vita molto favorevole e al tasso di cambio con il Lek altrettanto vantaggioso.

In Albania si può comprare casa a costi ancora bassi: ci sono appartamenti all’interno di resort dal costo di circa 30.000 € , oppure immobili all’interno di una serie di condomini di nuova costruzione che costano circa 40.000 € .

La crescita economica e il turismo potrebbero rendere l’acquisto di casa in Albania un investimento davvero interessante.

Svizzera

Comprare casa in Svizzera non è facile, ma il paese fa di tutto per assicurare agli stranieri gli stessi diritti degli elvetici, in tutto e per tutto.

E’ tuttavia necessario ottenere le giuste autorizzazioni, sia se si compra un appartamento per vivere in Svizzera, che per le vacanze.

In entrambi i casi, superati gli ostacoli burocratici, comprare casa in Svizzera potrebbe essere una soluzione interessante in quanto il paese è un porto sicuro di crescita economica e la sua moneta, il franco, è una valuta rifugio.

Comprare casa all’estero: le tasse

Il problema delle tasse quando si compra una casa all’estero è spesso uno dei blocchi più comuni, giustamente.

Prima di fare il grande passo, conviene sicuramente rivolgersi ad un commercialista esperto nel settore, che saprà indirizzarvi verso la soluzione più conveniente.

Di seguito alcune considerazioni ed informazioni, che tuttavia non valgono da consulenza né da consigli.

Le tasse che occorre pagare direttamente all’estero dovranno essere valutate con il paese dove si trova l’immobile. Una ricerca in rete potrebbe iniziare a chiarire la questione.

Per quello che riguarda l’Italia, invece, il possesso di una seconda casa fuori dai confini nazionali viene tassato anche dal nostro governo, in quanto si è fiscalmente residenti in Italia (articolo 2 del Tuir): stiamo parlando dell’IMU seconda casa all’estero, nota anche come IVIE. Per evitare la doppia imposizione, invece, bisogna leggere l’articolo 13 della convenzione OCSE.

Ricapitolando, quante tasse si pagano?

  • Tassazione IVIE (o IMU seconda casa all’estero);
  • Tassazione nel paese estero (ma attenzione alla doppia imposizione);
  • Tassazione IRPEF da calcolare sulla plusvalenza eventualmente realizzata quando si venderà la casa.

Come comprare casa all’estero? Il crowd-funding

Crowdestate

Crowdestate (sito ufficiale) è una piattaforma molto avanzata per il crowdfunding immobiliare. Permette di scegliere tra numerose opportunità di investimento in Italia e all’estero, con possibilità di investire partendo da 100€.

Permette anche di vendere in ogni momento la propria quota di investimento, se si ha bisogno di denaro.

Crowdfunding (leggi la nostra recensione) è una piattaforma sicura ed autorizzata ad investire in Italia.

Prova oggi stesso Crowdestate e investi nell’immobiliare estero

Housers

Housers (sito ufficiale) è la piattaforma leader per gli investimenti in immobili in Italia e all’estero.

In sostanza, ha a disposizione degli appartamenti (principalmente in Spagna e Portogallo) e permette a tutti di investire in essi, come se si acquistasse una quota di appartamento.

Da ogni quota che si compra, si riceve una remunerazione.

Housers (leggi la nostra recensione) è sicuro perché è autorizzato a svolgere attività anche in Italia grazie alla supervisione di lACPR, il regolatore francese.

Prova oggi stesso Housers e investi nell’immobiliare estero

Conviene comprare casa all’estero?

In conclusione di questo articolo, diciamo che l’acquisto di un immobile al di fuori dell’Italia potrebbe essere anche molto conveniente, ma tutto dipende dalla location dove ci si stabilisce.

Se il paese è sicuro e la città è a vocazione turistica, ad esempio, si potrebbero avere interessanti ritorni economici affittando l’immobile ai turisti.

Al contrario, se si pensa di acquistare casa solo per spendere soldi così da evitare di pagare le tasse in Italia, meglio ripensarci perché comunque c’è una certa tassazione anche sull’immobile stesso.

Da non sottovalutare anche l’impatto del tasso di cambio se si compra in un paese non-Euro, che può cambiare non di poco la somma complessivamente spesa.

Insomma, comprare casa all’estero può essere una bella avventura e un investimento per oggi e per il futuro, a condizione di farlo con la testa e pensando a quanti più aspetti possibile.

I 3 passi dell'investitore profittevole ($$$)