Edizione del 23 October 2018 - Home - Redazione - Note Legali - Disclaimer - Cookie Policy e Privacy Policy - Contatti - Pubblicità
Forex Trading Italia
|

Investire in azioni del lusso conviene? Le migliori per il trading

Investire in azioni del lusso è una scelta interessante per diversificare il proprio portafoglio. Quali sono le migliori azioni del lusso da comprare e come fare?

Investire in azioni del lusso conviene? Le migliori per il trading

Il comparto del lusso offre opportunità di guadagno molto interessanti già sul breve periodo. Il settore, infatti, è stato solo marginalmente toccato dalla crisi economica, ed è ora tornato a performare in pieno regime.

Certo, il luxury comprende tanti sotto-segmenti: possiamo parlare di case di moda, di automobili, persino di arredamento. Ciò che accomuna tutte queste sfere apparentemente diverse è il target cui si rivolgono, ossia un ceto alto (o comunque in divenire tale) che, a prescindere dalle tendenze del momento, si rivolgerà sempre e comunque ai top del settore.

Perché investire nel lusso

Innanzitutto un illustre esempio di come investire nel lusso sia un trend da cogliere al volo è rappresentato dal famosissimo Warren Buffet (è incluso nella nostra lista dei migliori investitori).

Lusso, una rappresentazione Lusso, una rappresentazione

Buffet da sempre acquista titoli di società portatrici di marchi ben noti, capaci quindi di determinare i prezzi sganciandosi dalla logica dei mercati. In parole povere, i beni di queste aziende possono essere venduti in qualunque momento storico ad un prezzo tale da garantire alti introiti.

Perché avviene ciò, oltre al potere di determinazione dei prezzi?

Semplice: entra in gioco il nome del brand. È il meccanismo di consumo delle classi sociali più abbienti. Ad esempio, per un grosso dirigente bancario sarà naturale acquistare una Ferrari e non un veicolo di fascia medio-bassa, nonostante l’esigenza pratica sia quella di muoversi e nient’altro.

Investire nel lusso è considerato tradizionalmente quasi una tutela del proprio patrimonio; potremmo, con una metafora, equiparare i titoli luxury ad un bene rifugio.

Inoltre i beni di lusso hanno particolare appeal in determinati Paesi caratterizzato da un progressivo aumento della ricchezza: stiamo parlando delle economie emergenti. Qui il ceto medio sta lentamente ma inesorabilmente moltiplicando il proprio capitale, e con questo cresce anche la domanda di oggetti sfarzosi.

Va anche notato che, controllando la diffusione dei titoli borsistici, viene fuori una mappa a macchia di leopardo.

Ralph Lauren e Tiffany & Co sono quotate alla Borsa di New York in dollari statunitensi. LVMH alla Borsa di Parigi in euro. Luxottica, Tod's e Ferragamo si scambiano in euro alla Borsa di Milano. Prada commercia sulla volatile borsa valori di Hong Kong. Insomma, se si vuole investire e guadagnare dal settore lusso occorre muoversi su più piazze, da quelle più conosciute e ricche sino ai mercati emergenti.

Gli analisti, inoltre, sembrano apprezzare i conti delle società che si occupano di beni di lusso, nonché le performance borsistiche che segnano un evidente trend rialzista.

Azioni del lusso: su quali settori puntare?

Secondo l’analista Scilla Huang Sun, che gestisce il fondo Julius Baer Multistock (Luxury Brands Fund di GAM), negli ultimi due anni i report trimestrali e annuali possono aiutarci a prevedere il futuro andamento delle quotazioni. Certamente, come accennato all’inizio, lusso è una parola-ombrello, è non tutto ciò che c’è al di sotto rappresenta un investimento proficuo.

La Sun ha stilato una classifica dei migliori segmenti del lusso su cui puntare. In cima troviamo i titoli di società che si occupano di sport e cosmesi, e a seguire i sotto-settori pelle e gioielli. Meno bene per le aziende dell’orologeria, i cui conti mostrano qualche criticità; si potrebbe comunque investire in un’ottica a lungo termine, contando sulla crescita dell’intero comparto.

Migliori azioni del lusso estere da comprare

Moda: Kering, LVMH


Iniziamo subito con la moda.

Due idee estremamente redditizie riguardano le azioni Kering (società che controlla Gucci) e le azioni LVMH (un gruppo che ha al suo interno colossi come Louis Vuitton, Moët e Hennessy, Kenzo, Fendi, Guerlain e tanti altri ancora).

Sono entrambe quotate sulla Borsa di Parigi, ma niente paura per la distanza.

Puoi investire tramite i CFD che abbiano come asset sottostante queste azioni; iniziare a fare trading sulle piattaforme dei broker è semplice e veloce, con investimento minimo di 100€ (decisamente più economico che comprare direttamente le azioni sul mercato finanziario).

Il meccanismo è lo stesso, cioè guadagni quando le azioni salgono, ma in più, se apri posizioni short, puoi avere introiti anche se il titolo scende.

Le migliori azioni del lusso, settore moda Le migliori azioni del lusso, settore moda

Richemont


Va inoltre segnalato il gruppo Richemont, ginevrino ma quotato sulla Borsa di Zurigo.

La compagnia finanziaria riunisce storici marchi del lusso come Cartier e Montblanc e altre aziende dedite all’alta orologeria e gioielleria.

Gli utili dello scorso anno sono stati incredibili: oltre 10 miliardi di euro di fatturato. Il titolo è altamente volatile, pur essendosi assestato, nel corso degli ultimi 4 anni, attorno agli 80 CHF.

Verosimilmente però potrebbe crescere ancora, grazie soprattutto alla sua alta esposizione sul mercato cinese.

Swatch


Controversa la situazione di Swatch, o meglio, molto buona sul breve periodo, meno sul medio.

Gli spunti rialzisti che già da qualche settimana si vedono nitidamente dai grafici e dalle quotazioni di fine seduta, lasciano intendere una inversione di tendenza rispetto ai negativi registrati negli ultimi anni.

Gli investitori appaio ancora cauti, ma un prosieguo di performance del genere potrebbero attirare nuovi interessi. La volatilità è piuttosto contenuta, cosa che ci conferma la stabilità del titolo.

Migliori azioni del lusso italiane da comprare

Ferrari


Primo titolo che vogliamo segnalare è Ferrari.

La casa del cavallino sta infatti trainando tutto il comparto automotive italiano ed europeo, registrando rialzi su rialzi. Si noti che negli ultimi quasi tre anni, Ferrari ha viaggiato quasi sempre in positivo; i rari momenti di flessione sono stati piuttosto contenuti, e non tali da impaurire gli investitori.

I titoli della testa rossa sono presenti sia sul listino di Milano che su quello di New York, e ciò costituisce un indubbio vantaggio.

In primis si può speculare sul tasso di cambio, quindi comprare in Italia e rivendere negli USA (o viceversa), e in secundis sfruttare le discrepanze tra i valori delle azioni (in ragione del fuso orario e quindi delle rispettive aperture “in differita”).

Anche nel caso di Ferrari suggeriamo il trading online tramite i CFD, soprattutto perché l’offerta pubblica è pari solo al 10% del totale delle azioni.

Azioni Ferrari, auto di lusso Azioni Ferrari, auto di lusso

Ferragamo


Cambiando completamente sotto-settore, è il turno di Ferragamo.

Secondo gli analisti di Equita si tratterebbe di un ottimo investimento sia nel breve che nel lungo periodo. Il titolo, infatti, non è soggetto ai contraccolpi delle tensioni internazionali tra USA e Cina né sta subendo le tensioni derivate dagli accordi Brexit ancora in fieri.

Dobbiamo infatti considerare che Ferragamo è una società di ampissimo respiro internazionale, ottimamente posizionata soprattutto nel mercato cinese.

Per valutarne l’andamento occorre quindi un taglio d’analisi inclusivo degli eventi macro a livello mondiale.

Non si sottovaluti, infine, che il comparto pelletteria è tra i segmenti interni al lusso maggiormente dati in crescita da più esperti.

Investire in azioni del lusso conviene? Opinioni 2019

Come abbiamo avuto modo di capire, il lusso è un settore "sempre verde", che non ha praticamente risentito della crisi economica degli ultimi anni.

Chi può permettersi di fare acquisti lussuosi e costosi ha continuato a farli, e continuerà. Ecco perché la scelta di comprare azioni di aziende che operano nel settore del lusso può essere un modo interessante di diversificare il proprio portafoglio.

Per poterle acquistare, broker come Plus500 o eToro propongono numerose azioni tra cui scegliere di questa particolare nicchia. Basta aprire un conto gratuitamente, versare un minimo di 100 euro per iniziare a fare trading.

Scritto da Gino Topini. Appassionato di investimenti, trading e criptovalute, sono stato relatore presso il China Forex Expo 2017 e protagonista di un podcast sul sito canadese Desire To Trade.

Per approfondire: