Forex Trading Italia
19 settembre 2016

Migliori Azioni per Investire nel 2016: Cosa Comprare Oggi

Le migliori azioni in cui investire nel 2016: dal perché conviene rimanere in Europa e in Giappone fino a delle considerazioni sul titolo Saipem, per andare avanti con il report Morgan Stanley in cui sono elencate le 20 migliori azioni su cui investire nel 2016.

Nel breve termine gli investitori potrebbero avere un momento difficile per decidere come posizionarsi, anche perché siamo in un momento in cui le azioni sono vicino ai massimi storici. Ma l'investimento azionario vero lo si fa da un punto di vista del lungo termine, è su questo timeframe che ci si può guadagnare di più.

Aggiornamento investimenti in azioni banche italiane 2017

Un rapporto pubblicato a settembre 2016 da parte della banca di investimento svizzera UBS mette in evidenza le migliori 4 azioni di banche italiane su cui investire nel 2017: BPER e Credito Valtellinese sono in "strong buy", mentre Banca Carige e Credem sono in "neutral".

Per approfondimenti, leggo il nostro articolo sulle migliori azioni 2017 di banche italiane.

La situazione del 2016

Morgan Stanley ha pubblicato un voluminoso rapporto di 32 pagine in cui elenca le migliori "20 azioni per il 2016", scelte in base al criterio della sostenibilità: vantaggi competitivi, modello di business, prezzo, efficienza dei costi e crescita dell'azienda. L'analisi effettuata dalla banca d'affari privata si basa su una visione a lungo termine. Il principio guida è stato quello di creare un elenco di società i cui modelli di attività e le cui posizioni sul mercato si sarebbero differenziate entro il 2016.

Il 2016 è il momento giusto per investire in azioni e diversificare il proprio investimento (anche per non correre rischi). Il segreto è quello della personalizzazione dell'investimento sulla base delle proprie aspettative e propensione al rischio.

> Crea il tuo investimento su misura

Investire in azioni nel 2016: le migliori 20 possibilità

Ecco una tabella delle migliori 20 azioni da scegliere nel 2016.

Nome Crescita dei ricavi Tasso di crescita dei dividendi (EPS)
Amazon.com (AMZN) 22% 41%
American Tower (AMT) 10% 29%
BlackRock (BLK) 8% 14%
Calpine (CPN) -1% NM
Canadian Pacific Railway (CP) 8% 29%
Chevron (CVX) -1% -1%
Costco Wholesale (COST) 8% 12%
Esté e Lauder (EL) 7% 16%
Gilead Sciences (GILD) 14% 23%
Honeywell International (HON) 2% 6%
JP Morgan Chase (JPM) 3% 11%
Limited Brands (LTD) 4% 13%
Monsanto (MON) 7% 17%
News Corp (NWSA) 5% 18%
Philip Morris International (PM) 4% 10%
RPM International (RPM) 10% 13%
Starbucks (SBUX) 13% 20%
Symantec (SYMC) 3% 11%
Thermo Fisher Scientific (TMO) 5% 13%
Williams Companies (WMB) -1% 5%

Il primo nome della lista, come abbiamo visto, è quello di Amazon.com (AMZN). L'azienda di Jeff Bezos ha la più grande scala di attività da svolgere rispetto a qualsiasi altri rivenditore, online o offline.

Secondo posto per American Tower (AMT), settore delle telecomunicazioni. Secondo Morgan Stanley le implementazioni LTE dovrebbero continuare a guidare i volumi di crescita in maniera particolare sul mercato interno.

Blackrock (BLK), settore finanziario, si trova al terzo posto. La banca privata dice di considerare BLK come vincitore a lungo termine in materia di gestione del risparmio in virtù della sua piattaforma di ETF sia nelle classi alternative che multi-asset.

Calpine (CPN), settore energetico, è la prima azienda fuori dal podio. Sia nelTexas che nel Sud-Est degli Stati Uniti il valore delle attività di Calpine non è guidato dai prezzi del gas (che a sua volta incidono sul costo per la produzione di energia), ma sono guidati dalla sempre più precario rapporto tra offerta e domanda in questi mercati.

Canadian Pacific Railway (CP) è al quinto posto, con Hunter Harrison che dovrebbe guidare una crescita azionaria fino a 1.500 bps. Chevron (CVX), settore energetico, ha il miglior profilo di crescita della produzione 2014-17 tra le major , grazie ad un tasso di crescita annuo composto dl 5% circa.

Costco Wholesale (COST), settore dei beni di consumo voluttuari, si trova al 7° posto, in considerazione del fatto che la 'nuova normalità' di economizzare sia uno dei punti di forza di questa azienda.

Estee Lauder (EL), settore dei beni di prima necessità, fa leva si chi non resiste alla bellezza. La forte crescita potrebbe essere legata ai margini elevati, alla potenziale riduzione dei costi e ad una maggiore crescita in qualità di top-line, a cui aggiungere un migliore equilibrio patrimoniale, dei rendimenti più elevati e un potenziale strategico migliore rispetto ad altre aziende.

Gilead Sciences (GILD), sistema sanitario, è il leader di una nuova serie di cure contro l'epatite C, settore che potrebbe avere una quota di mercato compresa tra 5 e 10 miliardi di dollari.

Honeywell International (HON), settore industriale, ha realizzato la miglior performance operativa della classe, ma il titolo continua a commerciare ad un valore più basso rispetto ad altre aziende del settore. Già questo, di per sé, è fonte di guadagno con questo titolo azionario.

Entriamo ora nella seconda parte della classifica, quella del 11° al 20° posto, ed iniziamo con JP Morgan Chase (JPM), settore finanziario. Gli incrementi di quota e le migliori efficienze dovrebbero guidare verso un ROA (Return of Assets) superiore.

Limited Brands (LTD), settore dei beni di consumo voluttuari, continuerà a crescere grazie alla quota di mercato USA detenuta dal brand Victoria 's Secret, di poco superiore al 25%, con nessun'altra concorrente in grado di avvicinarsi.

Monsanto (MON), settore dei materiali, è unica in quanto è praticamente la sola azienda ad operare nel settore delle sementi e dell'agricoltura biotecnologia.

News Corp (NWSA), settore dei beni di consumo voluttuari, a seguito della scissione, la società che resta in piedi, la Fox Group, è ben posizionata per beneficiare della crescente domanda globale e per monetizzare i contenuti offerti.

Philip Morris International (PM), ha dei significativi benefici dalla diversificazione geografica, in maniera particolare grazie alla diffusione nei paesi emergenti e agli alti margini nei paesi sviluppati.

RPM International (RPM), settore dei materiali, ha diversi brand di prodotti per la casa, da Rust-Oleum (pitture e prodotti fai da te) a DAP (coibentazione), senza dimenticare Varathane (finiture del legno). Questo segmento rappresenta il 33% del totale delle entrate della società, di cui il 90% nei soli Stati Uniti e in Canada, rendendo di fatto la RPM una delle più grandi aziende a trarre vantaggi da una ripresa degli investimenti residenziali.

Starbucks (SBUX) si fa forte del business domestico (75% degli utili complessivi), che ha fatto registrare una crescita del 7-10% negli ultimi tre anni. Tale andamento positivo dovrebbe continuare, secondo Morgan Stanley, anche grazie all'introduzione di un menu che include cibo di migliore qualità, dopo l'acquisizione di La Boulange.

Symantec (SYMC), settore della tecnologia, dopo 19 acquisizioni negli ultimi 5 anni, con la razionalizzazione limitata delle attività acquisite, ci sono dei miglioramenti significativi e dei nuovi margini di vantaggio per la società americana.

Thermo Fisher Scientific (TMO), settore della salute personale, è la più grande azienda a livello globale di cure naturali per la persona e propone tutta una serie di prodotti il cui interesse dovrebbe crescere nel tempo.

Williams Companies (WMB) chiude la serie di migliori azioni 2016 in cui investire. Questa impresa del settore energetico offre una delle più interessanti storie di crescita nel corso dei prossimi anni, con 9 miliardi di investimenti di capitale nei prossimi due anni con l'obiettivo di crescere nel mercato del nord-est degli Stati Uniti.

Via | businessinsider.com

Aggiornamento dicembre: per il 2016 è meglio rimanere in Europa e in Giappone

Secondo gli esperti, per il 2016 da un punto di vista degli investimenti azionari sarà meglio rimanere in Europa e in Giappone. Il "vecchio continente" è una scelta papabile grazie alla decisione, di qualche mese fa, di Mario Draghi di aumentare il QE e favorire, tra le altre cose, proprio gli investimenti.

Gli olandesi di NN Investement Partners e gli inglesi di Schroders fanno sapere che "rimaniamo positivi verso l'Europa (escluso UK) e Giappone. I nostri indicatori ci mostrano dei segnali di miglioramento per questo mercato e per quello del Giappone e riteniamo che non ci sarà un grave rallentamento economico."

In secondo piano, dunque, vengono relegate le economie degli Stati Uniti e del Regno Unito.

No anche ai mercati emergenti, che continuano a rallentare e ad essere un po' "claudicanti". La riduzione della leva finanziaria sta avendo i suoi effetti negativi in Brasile, in Turchia, il Tailandia e in Malesia. Inoltre, anche la Cina dovrebbe continuare a rallentare, anche se probabilmente meno di quanto si prevedeva tempo fa.

Aggiornamento gennaio 2016: Saipem potrebbe essere una buona "scommessa" in Italia

Ci leghiamo alla recente notizia dell'aumento di capitale delle azioni Saipem per affermare che un investimento nel titolo dell'azienda del gruppo Eni potrebbe essere una buona "scommessa".

Le previsioni che sono state rilasciate nel recente prospetto informativo sono davvero rosee e indicano sia un incremento dei guadagni che un taglio dei costi. Non c'è niente di meglio per assicurare un ritorno economico agli azionisti e, per noi che investiamo attraverso un broker forex, farci guadagnare denaro.

Come scegliere le migliori azioni 2016?

Potenziali di crescita e dividendi sono le due principali variabili da tenere in considerazione quando si tratta di scegliere un'azienda di cui acquistare le azioni. Fatturato e utili sono, all'interno del bilancio, le voci più importanti.

Tra i migliori settori ci sono quello delle costruzioni, della tecnologia e dei beni di consumo.

Come detto in apertura, il vero segreto è quello della personalizzazione dell'investimento, importante per avere la certezza di investire nel pieno rispetto rispetto delle proprie capacità e del proprio grado di sopportazione del rischio. Ecco perché ci sentiamo di suggerirvi di provare MoneyFarm, servizio di consulenza finanziaria indipendente tutto italiano (la sede legale dell'azienda è a Sassari), che grazie al 90% di clienti soddisfatti è uno dei migliori nel nostro paese. MoneyFarm si può provare gratis, senza impegno.

Investire in azioni oggi, nel 2016

Le azioni rappresentano uno degli investimenti più interessanti per chiunque voglia provare a guadagnare denaro con il trading.

Se vorresti provarci ma non sai proprio da dove cominciare, ti invitiamo a leggere la nostra guida sulle migliori azioni per investire oggi, troverai una serie di titoli che rappresentano i migliori e i peggiori titoli, in ordine di rendimento, della borsa italiana, tra cui anche quello Saipem.

Autore: Gino Topini

Lascia il tuo commento su "Migliori Azioni per Investire nel 2016: Cosa Comprare Oggi"

Lasciando un commento, accetti le condizioni di privacy e di ricevere newsletter (no Spam!) con Offerte e Informazioni su prestiti e finanziamenti.

Per approfondire: